L’Italia mantiene la sua leadership in Europa nella produzione in conto terzi del settore farmaceutico. La conferma arriva dallo studio Prometeia, giunto quest’anno alla sua terza edizione, realizzato per Farmindustria.

L‘Italia, con 1,9 miliardi di euro di valore della produzione (il 24% del totale Ue, pari a 7,9 miliardi di euro), supera la Germania e la Francia, inoltre ha aumentato la sua quota sul totale (era 22% nel 2010), conseguendo la crescita in valore più elevata tra tutti i Paesi dell’Ue.

I risultati, secondo Prometeia, sono stati raggiunti soprattutto grazie all’export e allo sviluppo dei segmenti produttivi a maggiore complessità.

Dal rapporto emerge un ulteriore dato incoraggiante: la capacità di trasformare in opportunità di sviluppo, le sfide legate alla svolta ‘green’ compiuta dalle aziende sia in “chiave di economia circolare” che di “sostenibilità ambientale, responsabilità sociale e competitività”.

Per leggere la notizia completa clicca qui